27 Gennaio 2021 Pietre d'inciampo, per non dimenticare.

Da quando l'artista tedesco Gunter Demnig nel 1992 ha posato la prima pietra d'inciampo , sono moltissime le persone ( uomini, donne, bambini) nel cui ricordo possiamo " inciampare" con lo sguardo tra le strade di numerose città d'Europa.
Oggi abbiamo partecipato alla messa a dimora della pietra dedicata ad Arnaldo Canali , cha al civico n* 13 di via Saffi non potè mai più fare ritorno. Dalle nostre riflessioni e letture di questi giorni, è nata una lettera a lui indirizzata
Per approfondimenti: https://pietredinciampoparma.it/

Caro Arnaldo,
non ti abbiamo potuto conoscere e non sappiamo tante notizie su di te, ma immaginiamo che gli ultimi anni della tua vita siano stati davvero orribili. Sicuramente , in alcuni momenti, avrai provato tristezza, dolore e paura, ma di certo hai avuto anche tanto coraggio e avrai sperato fino all’ultimo di poter ritornare a casa dalla tua famiglia. Ci fa sentire molto tristi sapere che tu non abbia potuto fare ritorno. Pensiamo che quello che hai subito tu, come pure la nostra cara Anna Frank, sia stata davvero una tremenda ingiustizia che non riusciamo a spiegarci. Perché tanta cattiveria? Non ci sono giustificazioni. Siamo contenti ed emozionati di ricordarti con questa pietra d’inciampo, perché pensiamo sia importante sapere quel che è successo a tante persone come te e perché non dobbiamo dimenticarcene. Tutti dobbiamo fare in modo che un dolore così grande non si ripeta mai mai più.
Un caro abbraccio ovunque tu sia.

Tutti noi bambini della 4^ C Scuola “ Anna Frank”

Allegati
20210127_094325 - Cristina Di Patria-min.jpg
20210127_094527_HDR - Cristina Di Patria-min.jpg
20210127_094614 - Cristina Di Patria-min.jpg